Franchini Yachts History

Le Radici

La storia del Cantiere Franchini si dipana per oltre 70 anni e prende le mosse da un piccolo cantiere artigianale sorto sul porto di Riccione grazie alla determinazione del Maestro d’ascia Michele Franchini, detto «Guido», che nel 1946 decide di mettersi in proprio avviando un’attività di costruzione di piccoli pescherecci e imbarcazioni al servizio del nascente turismo balneare.

In questo cantiere nel 1968, quasi per caso, nasce una società, fra «Guido» Franchini e Norberto Ferretti che darà l’avvio a uno dei più grandi gruppi della nautica mondiale.

Nel 1977 entra in azienda il figlio Massimo, giovane architetto, che senza rinnegarne le radici artigiane, la trasforma in un moderno cantiere indirizzato alla produzione di imbarcazioni a vela da crociera d’altura apprezzate in tutto il mondo fino ad arrivare, nel 2004, a progettare e produrre Emozione 55, universalmente riconosciuta come la più elegante «lobster boat» mediterranea.

Dalla produzione esclusiva di magnifici velieri il Cantiere Franchini passa a produrre motoryachts senza tempo non trascurando gli aspetti tecnologici e l’importanza della ricerca che lo porteranno, nel 1996, a utilizzare, per primo in Europa, lo SCRIMP; la tecnologia dell’infusione sotto vuoto della vetroresina per la produzione di scafi e sovrastrutture, rivoluzionando per sempre il modo di produrre le barche nel pieno rispetto dell’ambiente con i massimi standard qualitativi.


Cantiere Navale Franchini s.r.l. © 2019 info[at]franchiniyachts.com